Navigazione: Vai all'inizio del testo (salta il menu di navigazione), Vai alla ricerca, Vai alla selezione lingua, Via ai link importanti, Vai alle informazioni aggiuntive (salta il contenuto) Vai al menu di navigazione principale,

A A A

News

Protezione dal furto con intrusione!

, 21. maggio 2013 alle 8.00 ore , Alcuni commenti  

Tema del mese maggio 2013  «I 10 migliori consigli di sicurezza contro il furto»

I nostri consigli

  1. Chiuda sempre le porte d’ingresso.*
  2. Non lasci aperte finestre o portefinestre, se non è nelle vicinanze.*
  3. Non lasci le chiavi sotto zerbini, vasi, ecc.*
  4. I rilevatori di movimento per portefinestre, terrazze, porte delle cantina o e garage sono una buona misura antintrusione.
  5. Informi la polizia al 117 nel caso di persone sospette!

* = Possibile perdita della copertura assicurativa per il mancato rispetto!

Altre informazioni su www.skppsc.ch

Scaricamento: Promemoria trappole di Furto

Categoria Furto | Tags:

L’obiettivo: sistemi informatici e Internet

, 17. maggio 2013 alle 9.00 ore , Alcuni commenti  

La Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione (MELANI) della confederazione, ha recentemente pubblicato il secondo resoconto per l’anno 2012, ai fini della valutazione degli attuali rischi e pericoli che si sono palesati in relazione alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il resoconto contiene, fra le altre cose, una panoramica sui fenomeni criminali nuovi o perfezionati in questo fiorente settore della criminalità. In questo blog riportiamo brevemente e commentiamo un evento nazionale ed un evento internazionale in merito a questo tema.

Truffa in tedesco svizzero
I metodi di phishing che cercano di accedere a dati di e-banking si fanno sempre più raffinati. Dall’autunno 2012, sempre più spesso vengono inviate e-mail, le quali sostengono che un istituto finanziario, per proteggere il conto corrente legato all’e-banking, abbia installato un nuovo sistema di sicurezza. Per discutere meglio del processo, un collaboratore si metterà in contatto telefonico con il cliente. A tal fine il «cliente» deve fornire numero telefonico ed altri dati personali. Questo trucco è diffuso da molto tempo, tuttavia la novità è il fatto che il «collaboratore» del presunto istituto finanziario telefona effettivamente e che la telefonata venga gestita con professionalità e, di recente, anche in tedesco svizzero. Durante il colloquio, ad esempio viene richiesto al cliente di inserire un codice nel lettore di carte di credito e di comunicare il risultato al «collaboratore del servizio clienti». Questi dati consentono al truffatore di effettuare il login nel conto corrente elettronico e di effettuare pagamenti a piacimento. Questo tipo di truffa viene definita dagli esperti con il nome di attacco di voice phishing.

Il vicino Est nel mirino degli hacker
Presso la società petrolifera statale saudita Saudi Aramco, oltre 30.000 computer sono stati paralizzati e resi inutilizzabili da infezioni causate da un software dannoso. Il software dannoso raccoglieva informazioni sui file e le inoltrava agli aggressori, prima che i file fossero cancellati e sovrascritti. Il trasporto e la vendita di petrolio non sono stati tuttavia compromessi. MELANI non esclude il coinvolgimento di uno stato o almeno il supporto agli autori da parte dello stato, poiché operazioni di questa portata richiedono un considerevole dispendio. Gli esperti occidentali pensano persino che potrebbe trattarsi dell’Iran, poiché le sanzioni internazionali relative all’esportazione di energia hanno messo lo stato iraniano sotto pressione.

Altri trucchi adottati per le truffe ed altri casi concreti, che potrebbero provenire direttamente dalla penna di autori di gialli, nonché numerose altre informazioni, sono disponibili nel già menzionato resoconto di MELANI.

Categoria Truffa, Conosco il trucco, Internet | Tags:

Partecipare al dialogo invece di balbettare! Settimana di dialogo «Parlo di alcol»

, 16. maggio 2013 alle 10.00 ore , Alcuni commenti  

Una fonduta senza un buon bicchiere di vino? Impensabile per noi Vallesi! Tuttavia non solo per la fonduta, ma anche per i compleanni, gli eventi sportivi, il Capodanno, per flirtare o semplicemente per stare piacevolmente insieme, un bicchierino di alcol sembra non poter mancare mai.

L’alcol ha spesso permesso ad alcuni di dare una svolta alla serata o di salvare la serata stessa, ma l’atmosfera può anche capovolgersi rapidamente. Spiacevolezze, offese o comportamento sfrenato spesso danno agli amici o alla famiglia buoni motivi per provare imbarazzo nei confronti degli altri. Inoltre, il consumo smisurato di alcol può anche diventare pericoloso; non di rado si verificano aggressioni o incidenti. Per non parlare dei rischi per la circolazione stradale. Perciò una settimana di dialogo (e qui non intendo solo per i Vallesi …) dovrebbe aiutarci ad imparare a godere dell’alcol e a creare una società che sappia gestire l’alcol con responsabilità.


Vi tornano in mente arditi ricordi o situazioni simili a queste?
La campagna «Parlo di alcol» offre alla popolazione svizzera una piattaforma per tenere discussioni sul tema dell’alcol. Dal 18 al 26 maggio 2013, nel corso della Settimana di dialogo si terranno numerosi eventi relativi al consumo responsabile di alcol. La gamma degli eventi comprende installazioni con oltre 3.000 bottiglie, mostre di fumetti, un evento rap, serate con proiezione di filmati e discussioni nelle scuole, in luoghi pubblici e su Facebook. Sulla homepage www.ich-spreche-ueber-alkohol.ch potrete scoprire quali sono gli eventi che si terranno nella vostra regione.

App After Party
Siccome tutti sanno (o perlomeno dovrebbero sapere) quanto sia sciocco mettersi alla guida ubriachi e quali possano essere le conseguenze di questo gesto, la maggior parte delle persone si astiene dal guidare in stato di ebbrezza. Per far si che anche gli utenti stradali più responsabili comprendano come sia guidare ubriachi, viene proposta gratuitamente un’app per la Settimana di dialogo. Il giocatore si cala nel ruolo di chi torna ubriaco da una festa e si incammina verso casa a piedi o in bicicletta. Ci vuole molta destrezza, perché camminare o guidare con un tasso alcolico crescente è difficile. La ricompensa spetta a chi risponde correttamente alle domande relative al tema «Alcol e miti nella circolazione stradale» e torna a casa illeso.

Top Stories sull’alcol
Sulla pagina ufficiale Facebook della Campagna per la prevenzione dell’alcolismo, la Settimana di dialogo sarà al centro dell’attenzione. Non solo potrete postare tutte le vostre esperienze relative all’alcol, ma potrete apprezzare anche i contributi informativi e divertenti che saranno pubblicati su questo tema nel corso dell’intera Settimana di dialogo.

Partecipate attivamente alla Settimana di dialogo «Parlo di alcol» dell’Ufficio Federale per la Sanità e date il vostro contributo ad un rapporto responsabile con l’alcol!

Categoria Droga, Prevezione criminalità | Tags:

Protezione dallo skimming!

, 16. maggio 2013 alle 8.00 ore , Alcuni commenti  

Tema del mese maggio 2013  «I 10 migliori consigli di sicurezza contro il furto»

Negli ultimi tempi in Svizzera i casi di skimming sono sensibilmente aumentati. Lo skimming è quella frode per cui dei truffatori si procurano illegalmente i dati delle carte di conto, di debito o di credito delle loro vittime per poi prelevare denaro dal loro conto.

Da questi prelevamenti illeciti di contante ci si può difendere adottando delle semplici precauzioni. In questo sito troverete dei consigli utili su come usare la vostra carta in modo sicuro e altre informazioni sullo skimming.

«Stop skimming»: una campagna della polizia

Le 5 regole per la prevenzione

  • N. 1: Non farsi aiutare da nessuno.
  • N. 2: Digitare il PIN al riparo da occhi indiscreti.
  • N. 3: Non portare mai con sé il codice PIN.
  • N. 4: Pretendere sempre il rispetto della propria privacy.
  • N. 5: Segnalare ogni cosa sospetta

.

Altre informazioni su www.skppsc.ch

Scaricamento: «Stop Skimming» Opuscolo informativo pieghevole

Scaricamento: Manifesti con le regole da seguire

Categoria Furto | Tags:

Protezione dal furto di motocicli e automobili!

, 15. maggio 2013 alle 8.00 ore , Alcuni commenti  

Tema del mese maggio 2013  «I 10 migliori consigli di sicurezza contro il furto»

I ladri prendono di mira anche gli oggetti di valore presenti nell’auto: Rubano autoradio, sistemi di navigazione, telefoni cellulari e altri oggetti. Se alcuni di questi oggetti sono visibili, per impossessarsene essi romperanno il vetro. Il furto d’auto è un reato molto comune. Chiuda sempre la sua auto e riponga gli oggetti di valore in modo che non siano visibili dall’esterno.

Suggerimenti Furto con scasso del veicolo

  • Prenda sempre con sé (se possibile) tutti gli oggetti di valore.
  • Il portabagagli non va usato per custodire oggetti.
  • Chiuda i finestrini e il tettuccio apribile.
  • Chiuda sempre le portiere e il portabagagli quando lascia il veicolo.
  • Porti con sé i suoi documenti (documenti dell’auto).
  • Chiuda sempre l’auto anche all’interno dei garage.
  • Utilizzi portapacchi con serratura.

.

Furto del veicolo

  • Rimuova la chiave di accensione e blocchi il volante quando lascia l’auto.
  • Installare un sistema di allarme può essere conveniente.
  • È possibile anche far marchiare i vetri dell’auto.
  • Per le autoradio e i cerchioni sono disponibili speciali sistemi di sicurezza: Si informi già al momento dell’acquisto.

.

Altre informazioni su www.skppsc.ch

Prospetto «Non date nessuna possibilità ai ladri»

Prospetto «Contro il furto. Sotto l`ala della prevenzione»

Protezione dal furto di biciclette!

, 14. maggio 2013 alle 8.00 ore , Alcuni commenti  

Tema del mese maggio 2013 «I 10 migliori consigli di sicurezza contro il furto»

Anche la sua bicicletta è una refurtiva ambita. Pertanto, applichi quanto segue: Chiuda sempre a chiave la sua bicicletta. Con una catena robusta e un buon lucchetto o con un altro sistema di bloccaggio si minimizza il rischio di furti. Per evitare che essa sia sollevata o caricata facilmente, la leghi sempre a un oggetto fisso.

Suggerimenti

  • Ad ogni bicicletta si adatta una serratura di sicurezza.
  • Faccia passare sempre una catena intorno alle ruote e al telaio.
  • Fissi la bicicletta ad un oggetto ancorato al terreno (per es. recinzioni, pali).
  • È possibile bloccare insieme più di una bicicletta.
  • Custodisca, se possibile, la sua bicicletta in uno spazio chiuso.
  • Annoti la marca e il numero del telaio.
  • Se trasporta la bicicletta sull’auto, utilizzi anche in questo caso un sistema di bloccaggio.

.

Prospetto «Pronta allo scatto: Prevenzione antifurto»

Categoria Furto | Tags:

«Quando l’amore diventa una minaccia»

, 13. maggio 2013 alle 8.00 ore , Alcuni commenti  

Lo stalking è un problema che esiste solo nella vita di star e celebrità? Certo che no! Perché lo stalking è molto più di un «piccolo problema» e riguarda molto di più noi «comuni mortali» che le celebrità.

Lo stalking è definito come una serie di molestie eccessive e continue che influenzano notevolmente la vita delle persone colpite. Raramente lo/a stalker è sconosciuto/a alla vittima. Solitamente si tratta di ex-fidanzati/e ma anche di colleghi/e di lavoro. Si tratta di stalking da conoscenti casuali solo in rari casi.

Lo/a stalker cerca diversi modi per entrare e mantenere il contatto con la vittima. Spesso questa figura intende raggiungere una vendetta. Per raggiungere questi obiettivi, inizia a seguire, controllare e/o molestare più volte la vittima nel corso di mesi o anche anni. Telefonate continue, messaggi frequenti fino a riempire la segreteria, invio massiccio di lettere ed email o sms, regali indesiderati, appostamenti per spiare la routine quotidiana delle vittime, danni alla proprietà e, in rari casi, lesioni personali fino all’omicidio, possono rendere difficile la vita per le vittime.

Anche se non esiste alcuna base giuridica che vieti lo stalking in Svizzera, la vittima può difendersi sulla base di diversi articoli come coercizione, minacce o violazione di domicilio. È importante contattare subito la polizia. Inoltre si consiglia alle vittime quanto segue:

  • Rendere chiaro allo/a stalker che il contatto non è in alcun modo desiderato;
  • Cercare un centro di assistenza alle vittime;
  • Fidarsi di amici e familiari, può essere necessaria la loro protezione;
  • Conservare le prove e prendere nota in un diario di ogni contatto (ora, data, azione, luogo…) con lo/a stalker;
  • Parlare con la polizia, presentare una denuncia nei confronti dello/a stalker;
  • Se necessario, cambiare numero di telefono o indirizzo email (mantenere quelli precedenti attivi così che lo/a stalker sia convinto di continuare a molestarvi)
  • In caso di pericolo o minaccia concreta contattare subito la polizia! Numero di telefono 117!

 

Per ulteriori informazioni, consultare il documento informativo «Stalking – Ohne Gewalt leben – Sie haben ein Recht darauf» («Stalking: Come proteggere le vittime da molestie e minacce») della polizia di Zurigo. Il documento è stato pubblicato solo in tedesco.

Protezione dai ladri con destrezza!

, 9. maggio 2013 alle 8.00 ore , Alcuni commenti  

Tema del mese maggio 2013  «I 10 migliori consigli di sicurezza contro il furto»

I ladri specializzati in questo tipo di furto sono spesso dei bravi attori. Di solito fanno cadere in trappola le loro vittime raccontando storie del tutto inventate. Così simulano una situazione di emergenza facendo appello alla vostra disponibilità; oppure affermano di essere un pubblico ufficiale facendo leva sul vostro senso del dovere. Talvolta si spacciano addirittura per lontani parenti chiamando in causa il vostro senso della famiglia! Una volta che questi ladri entrano in casa, agiscono rapidamente e in modo mirato.

Consigli

  • Non aprite mai agli sconosciuti.
  • Chiedete sempre ai pubblici ufficiali di mostrarvi un documento ufficiale di riconoscimento.
  • Fate entrare solo quegli artigiani che avete chiamato in prima persona o che sono stati annunciati dall’amministrazione dello stabile.
  • Fate applicare alla porta d’entrata una seconda serratura dotata di chiavistello o gancio di sicurezza..

.

Scaricamento: Prospetto «Sicurezza nella terza età»

Altre informazioni su www.skppsc.ch

Scaricamento: Promemoria trappole di Furto

Categoria Furto | Tags:

Un topo che spiega Facebook? C’è anche in italiano?

, 8. maggio 2013 alle 9.00 ore , Alcuni commenti  

Nella zona in cui si parla tedesco, molti bambini stanno crescendo, come già hanno fatto i loro genitori «guardando il topo». Si tratta di un programma di successo per bambini nella televisione tedesca, già trasmesso nel 1971.
I cortometraggi di animazione, che fanno ridere i bambini, sono integrati da brevi filmati informativi. Sfruttando questo concetto, ma non è così per i bambini piccoli, nasce «Klaus il topo so-tutto» (titolo originale: Klaus die Erklärmaus). In serata, alle dieci, il topo piuttosto bruttino commenta in modo pungente, arguto e sfrontato una notizia di attualità della settimana passata. In questo breve filmato, Klaus informa il pubblico sui pericoli di Facebook. Il filmato è in tedesco. Tuttavia, sono richieste poche competenze, visto che le immagini sono molto significative.

Capito? Ecco alcuni dei pericoli presentati nella panoramica:
Grazie a Facebook, un uomo solo senza amici diventa rapidamente un uomo con centinaia di «amici». La solitudine viene quindi superata, adesso c’è sempre qualcuno con cui parlare oppure è possibile pubblicare a tutti gli «amici» in modo facile. La fiducia si costruisce rapidamente e la prudenza viene presto dimenticata. I dettagli personali della vita quotidiana, come ad esempio le foto delle vacanze (pericolo di violazione!) possono diventare rapidamente un disastro. Perchè gli «amici» rimangono purtroppo solo amici tra virgolette. Non si può mai essere sicuri di chi si nasconda dietro il profilo. Inoltre non bisognerebbe mai dimenticare che non solo gli amici, ma anche potenziali datori di lavoro, la polizia o addirittura la propria nonna potrebbe dare un’occhiata al profilo di Facebook.
Quindi, prima di pubblicare foto e video bisognerebbe pensarci due volte. Ciò che viene messo online non si può più cancellare!

Vorrei pubblicare un cortometraggio anche in italiano. Qualcuno mi può aiutare?

Categoria Interna, Internet | Tags: ,

Protezione dai borseggiatori!

, 7. maggio 2013 alle 8.00 ore , Alcuni commenti  

Tema del mese maggio 2013  «I 10 migliori consigli di sicurezza contro il furto»

Siate consapevoli del fatto che i ladri esistono e usate tutto il vostro buon senso per proteggervi!

È pregato di fare riferimento al volantino: Concordato di polizia della Svizzera nord-occidentale: “Protezione dai furti con destrezza e dai borseggi”

Altre informazioni su www.skppsc.ch

Scaricamento di promemoria trappole di Furto

Categoria Furto | Tags:

Indirizzi

Top 10 FAQ

Top 10 Downloads